Uno studio svedese ha dimostrato e confermato che l’mRNA contenuto nelle iniezioni di Covid della Pfizer/BioNTech si infiltra nelle cellule e trascrive il suo messaggio sul DNA umano entro 6 ore, alterando il nostro stesso DNA.

Uno studio precedente, pubblicato nell’ottobre 2021 dalla Svezia, ha rilevato che la proteina spike entra nei nuclei delle nostre cellule e compromette il meccanismo che le nostre cellule hanno per riparare il DNA danneggiato. Abbiamo incluso questo studio in quanto The Highwire ha realizzato un video di facile comprensione che lo spiega, con tanto di grafici, ed è quindi un buon punto di partenza per comprendere il significato dell’ultimo studio svedese.


Studi precedenti

Gli studi preclinici sugli animali condotti con l’iniezione di mRNA Covid di Pfizer/BioNTech (BNT162b2) hanno mostrato effetti reversibili sul fegato dei ratti, tra cui: ingrossamento del fegato, vacuolizzazione e aumento dei livelli enzimatici (γGT, AST, ALP). Nella relazione di valutazione sul BNT162b2 fornita all’EMA da Pfizer, gli studi sui ratti hanno dimostrato che il contenuto non rimane nel sito di iniezione e una percentuale relativamente elevata (fino al 18%) della dose totale di “vaccino” finisce nel fegato.

Un altro studio condotto nel maggio 2021 da scienziati del MIT ha dimostrato che l’RNA del SARS-CoV-2 può essere trascritto inversamente e integrato nel genoma delle cellule umane ed espresso come trascritto chimerico. Anche se nessuno dei media o della scienza aziendale sembra esserselo chiesto all’epoca, i risultati di questo studio fanno sorgere la domanda se questa stessa trascrizione inversa possa avvenire anche con l’RNA nelle iniezioni di Covid.

ABC 10 News ha riportato lo studio del MIT poco dopo la sua pubblicazione.

ABC 10 News: Uno studio suggerisce che Covid-19 può alterare il DNA, 13 maggio 2021 (3 min.)

Cos’è la trascrizione inversa?

Le immagini parlano più di mille parole e quindi, piuttosto che cercare di scrivere una spiegazione, abbiamo trovato un video che introduce il meccanismo della trascrizione inversa dell’HIV, un retrovirus. Forse è un po’ datato e troppo semplicistico, ma illustra come l’HIV infetta una cellula e si replica utilizzando la trascrittasi inversa e i macchinari cellulari dell’ospite.

HHMI BioInteractive: Ciclo di vita dell’HIV, 5 ottobre 2016 (5 min.)

Il primo studio sulla trascrizione inversa delle proteine spike dell’iniezione

A causa dei risultati degli studi sugli animali e dello studio del MIT, un gruppo di scienziati svedesi dell’Università di Lund ha condotto uno studio per indagare l’effetto dell’iniezione di Pfizer/BioNTech (BNT162b2) sulle cellule epatiche umane e se l’RNA di Pfizer possa essere trascritto inversamente in DNA. Lo studio, intitolato “Intracellular Reverse Transcription of Pfizer BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 In Vitro in Human Liver Cell Line“, è stato pubblicato il 25 febbraio 2022.

“In questo studio abbiamo analizzato l’effetto di BNT162b2 sulla linea cellulare epatica umana Huh7 in vitro”, scrivono gli autori dello studio.

Lo studio ha rilevato che l’mRNA iniettato è in grado di entrare nella linea cellulare epatica umana Huh7 e che l’mRNA iniettato viene trascritto inversamente nel DNA già sei ore dopo l’esposizione delle cellule.

“Un possibile meccanismo per la trascrizione inversa è attraverso la trascrittasi inversa endogena [intracellulare] LINE-1, e la distribuzione della proteina LINE-1 nel nucleo è elevata da BNT162b2”, scrivono gli autori dello studio.

“Le cellule Huh sono cellule tumorali epatiche ‘immortali’ e crescono ad-infinitum se si trattano bene”, ha spiegato Jessica Rose, “LINE-1 è una trascrittasi inversa che portiamo con noi e comprende ~17% del nostro genoma!”.

“Il nostro studio dimostra che [l’mRNA iniettato da Pfizer] … può essere trascritto in senso inverso in DNA … e questo può far temere che l’RNA [iniettato] possa integrarsi nel genoma dell’ospite e influenzare l’integrità del DNA genomico, il che può potenzialmente mediare effetti collaterali genotossici”.

Intracellular Reverse Transcription of Pfizer BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 In Vitro in Human Liver Cell Line, Discussion section, Alden et al, Lund University, Sweden, 25 February 2022. (Trascrizione inversa intracellulare del vaccino BNT162b2 COVID-19 di Pfizer BioNTech in vitro in una linea di cellule epatiche umane, sezione di discussione, Alden et al, Università di Lund, Svezia, 25 febbraio 2022).

Nel video qui sotto, il Dr. Mobeen Syed, ospite di Dr. Been, spiega questo studio in termini profani. Abbiamo incorporato il video a partire dal minuto 8:17, dove il Dr. Mobeen Syed inizia a spiegare, nei 9 minuti successivi, la trascrizione inversa, le cellule Huh7, l’espressione del gene LINE-1, la proteina LINE-1 e il significato di tutto questo.**

DrBeen Medical Lectures: Pfizer Vaccine Becomes DNA in Liver Cells. (In-vitro Swedish Study), 26 February 2022 (26 mins)


Il documento conclude che: “Il nostro è il primo studio in vitro sull’effetto del vaccino Covid-19 mRNA BNT162b2 su una linea di cellule epatiche umane. Presentiamo prove di un rapido ingresso di BNT162b2 nelle cellule e della successiva trascrizione inversa intracellulare di BNT162b2 mRNA in DNA”.

Riferendosi allo studio, il dottor Peter McCullough ha twittato: “Alden et al, Università di Lund, Svezia, conferma una delle nostre peggiori paure. Il materiale genetico esogeno [extracellulare] che codifica per la pericolosa proteina Spike viene trascritto inversamente nel genoma umano; possibile espressione/sintesi costitutiva a lungo termine della Spike, che promuove la malattia ed è letale”.


Era questo il piano fin dall’inizio?

Per rispondere alla domanda se questo sia stato pianificato, di seguito è riportata una selezione di estratti di persone note riguardanti l’editing genico, con le loro stesse parole. Non sono necessari ulteriori commenti, questi brani parlano da soli, decidete voi.

In un’intervista a Charlie Rose, Klaus Schwab ha dichiarato: “Vedete la differenza di questa quarta rivoluzione industriale è che non cambia quello che fate, ma cambia voi. Se prendiamo ad esempio l’editing genetico, siamo noi a cambiare. E naturalmente questo ha un grande impatto sulla vostra identità”.

Klaus Schwab al Charlie Rose Show, 2015 (2 min.)


Per saperne di più: Charlie Rose Show, Klaus Schwab

Tal Zaks, Chief Medical Officer di Moderna, ha dichiarato: “In ogni cellula c’è questa cosa chiamata RNA messaggero o, in breve, mRNA, che trasmette le informazioni critiche dal DNA dei nostri geni alle proteine, che sono davvero la materia di cui siamo tutti fatti. È questa l’informazione critica che determina il comportamento della cellula. Quindi, pensiamo a questo sistema come a un sistema operativo. …. Quindi, se si potesse cambiare questo sistema… se si potesse introdurre o modificare una riga di codice, si scoprirebbe che questo ha profonde implicazioni per tutto, dall’influenza al cancro”.

TEDxBeaconStreet: Riscrivere il codice genetico: A Cancer Cure in the Making, Tal Zaks, 8 dicembre 2017 (10 min.)


Per saperne di più: Una notizia bomba: Il direttore medico di Moderna ammette che MRNA altera il DNA, 12 marzo 2021

Durante un’intervista con Anthony Fauci del 30 aprile 2020, Bill Gates si è detto particolarmente entusiasta di perseguire un nuovo approccio chiamato “vaccino a RNA”. Gates ha spiegato: “A differenza del vaccino antinfluenzale, che contiene frammenti del virus dell’influenza in modo che il sistema immunitario possa imparare ad attaccarli, un vaccino a RNA fornisce al corpo il codice genetico necessario per produrre autonomamente i frammenti virali”.

In questo periodo Gates ha realizzato un video promozionale per i suoi “vaccini a RNA”.

Welt: Bill Gates spiega Covid-19 e la corsa al vaccino, 4 maggio 2020 (2 min.)


Il 29 novembre 2021 Forbes ha pubblicato un articolo di Steven Salzberg intitolato “Sì, il vaccino cambia il DNA. Un po’. È una buona cosa”. In seguito, l’articolo è stato reintitolato “I vaccini Covid non alterano il vostro DNA – aiutano a scegliere le cellule per rafforzare la vostra risposta immunitaria”.

L’autore ha cambiato il titolo per sottolineare che i vaccini “non alterano il DNA” senza modificare il contenuto dell’articolo.

Read more: Forbes Admits mRNA Vaccines Alter DNA Then Changes the Headline, 2 December 2021

The Exposé – 22 settembre 2022