(Articolo pubblicato nel 2003)

La Seconda Guerra Mondiale fu vista come la “guerra buona”.
Dopo quel conflitto, la maggior parte degli americani ha creduto che le intenzioni del loro paese verso il mondo fossero nobili: gli USA punivano gli aggressori e combattevano per la libertà. La guerra del Vietnam pose fine all’illusione che l’America fosse sempre nel “giusto”. Oggi, l’immagine di una America che difende la democrazia e la giustizia è stata ulteriormente erosa dalla Scuola delle Americhe (SOA), che addestra militari dell’America latina e dei Caraibi a sovvertire la democrazia e uccidere le speranze in quei paesi.

Fondata dagli USA nel 1946, con sede a Panama, nel 1984, in base al Trattato del Canale di Panama, venne trasferita alla base militare americana di Fort Benning in Georgia. L’allora presidente di Panama, Jorge Illueca, la definì “la più grande base per la destabilizzazione dell’America Latina” e un giornale panamense la definì “La Scuola degli Assassini”.

Oggi, istruttori e studenti SOA vengono reclutati nella crema militare latino Americana. La scuola addestra dai 700 ai 2000 soldati ogni anno, e dalla sua fondazione ha diplomato più di 60.000 militari.

La SOA ha vari obiettivi. I suoi corsi vanno dalla guerra psicologica, alla contro-insurrezione, alle tecniche di interrogatorio, alla tattiche di commando. Con l’ausilio delle più sofisticate e aggiornate tecniche, i corsi sono tenuti dai migliori istruttori dell’esercito americano ed hanno lo scopo di insegnare ai militari del terzo mondo i metodi per sovvertire la verità, mettere a tacere i leader sindacali, gli attivisti del clero e i giornalisti, e fare guerra al loro stesso popolo. Essi vengono preparati a reprimere le voci di dissenso e a sottomettere chi protesta. Vengono anche insegnate loro tecniche per emarginare i poveri, i ribelli e gli espropriati, per soffocare la libertà e per terrorizzare i loro concittadini. In pratica sono addestrati al fine di distruggere la speranza di democrazia.

La SOA è stata soprannominata in vario modo: “Scuola dei dittatori”, “Scuola di assassini” e “Scuola delle squadre della morte”.

Sono proprio i paesi con il minor rispetto dei diritti umani che mandano il maggior numero di soldati alla SOA.

Paesi / Diplomati (dal1946)
Argentina / 931
Bolivia / 4.049
Brazile / 355
Cile / 2.405
Colombia / 8.679
Costa Rica / 2.376
Republica Dominicana /2.330
Ecuador / 2.356
El Salvador / 6.776
Guatemala / 1.676
Honduras / 3.691
Nicaragua / 4.693
Panama / 4.235
Paraguay / 1.084
Peru / 3.997
Uruguay / 931
Venezuela / 3.250

Quando ritornano nei loro paesi, i diplomati guardano i preti, i lavoratori del sociale, i giornalisti e gli intellettuali liberali non come un patrimonio della loro società, ma come sovversivi pericolosi, che lavorano a sottominare quel sistema che tiene l’esercito, e loro stessi, al potere.

I diplomati del SOA sono stati fra i più repressivi tiranni in America Latina e le loro azioni sono ricordate come le più violente e crudeli.

In El Salvador, nel 1989, una pattuglia dell’esercito giustiziò sei gesuiti dopo averli messi a faccia in giù sul terreno all’Università dell’America centrale. Secondo il rapporto ufficiale dell’ONU, 19 dei 27 ufficiali che presero parte all’esecuzione furono addestrati dalla SOA.

Nel 1990, in El Salvador, l’Arcivescovo Oscar Romero fu assassinato. Tre quarti degli ufficiali implicati nel delitto erano stati addestrati dalla SOA. Roberto D’Aubuison, ex leader dello Squadrone della Morte di El Salvador, implicato nell’omicidio, aveva partecipato in numerosi altri assassinii, compreso il massacro al villaggio El Mazote, dove persero la vita più di 900 uomini, donne e bambini. Anch’egli si era diplomato alla SOA.

L’analisi statistica fornita dall’ONU rivela il ruolo della Scuola nei numerosi omicidi in El Salvador.

Assassinio di Romero: 3 ufficiali citati — 2 erano diplomati SOA.

Assassinio di suore americane: 5 ufficiali citati — 3 erano diplomati SOA.

Omicidio di leader sindacale: 3 ufficiali citati — 3 erano diplomati SOA.

Massacro di El Junquillo: 3 ufficiali citati — 3 erano diplomati SOA.

Massacro di El Mazote: 12 ufficiali citati — 10 erano diplomati SOA.

Assassinio del giornalista olandese: 1 ufficiale citato — era diplomato SOA.

Massacro di Las Hojas: 6 ufficiali citati — 3 erano diplomati SOA.

Massacro di San Sebastian: 7 ufficiali citati — 6 erano diplomati SOA.

Massacro di Jesuit: 26 ufficiali citati — 19 erano diplomati SOA.

Anche negli altri paesi dell’America latina i diplomati SOA si sono distinti: ad esempio, gli ex dittatori Omar Torrijos di Panama, Guillermo Rodriguez dell’Ecuador, e Juan Velasco Alvarado del Peru (tutti e tre rovesciarono governi costituzionalmente eletti). Leopoldo Galtieri, ex capo della giunta argentina è responsabile per la “scomparsa” di migliaia di cittadini che appoggiavano la libertà e la democrazia in Argentina. Anche lui diplomato alla SOA.

In Honduras, il Generale Humberto Ragalado Hernandez, frequentava la SOA mentre contemporaneamente svolgeva il suo ruolo nel cartello colombiano delle droghe; anche i più alti ufficiali della squadra della morte dell’Honduras si erano istruiti alla SOA.

In Peru, gli ufficiali accusati dell’omicidio di nove studenti universitari e di un insegnante nel 1994 si erano diplomati SOA.

In Columbia, nel 1992, un tribunale per i diritti umani citò 246 ufficiali per crimini contro il popolo colombiano. 105 di loro provenivano dalla SOA.

A Panama, l’ex-dittatore Manuel Noriega era diplomato alla SOA e, allo stesso tempo, era sul libro paga della CIA. Attualmente si trova in una prigione americana con l’accusa di traffico di stupefacenti.

In Guatemala, un paese di 10 milioni di abitanti, la popolazione indigena maya di 6 milioni di persone ha dovuto affrontare le più grandi sofferenze dell’America Latina. Durante più di 30 anni di guerra civile, decine di migliaia sono stati massacrati, con una stima totale degli uccisi che supera le 200.000 unità. La maggior parte dei generali coinvolti nei numerosi golpe e atti di terrore si erano addestrati alla SOA.

Negli anni 70 e 80, in Guatemala, migliaia di attivisti politici e oppositori delle politiche governative vennero assassinati. Il Generale Manuel Antonio Callejas y Callejas, capo dell’esercito, venne citato dall’ONU come l’individuo responsabile della maggior parte degli omicidi. Si era diplomato alla SOA.
Uno dei peggiori tiranni nella recente storia del Guatemala è Jose Efrain Rios Montt. Generale, dittatore, e presidente nel 1982-83, Rios Montt applicò la sua filosofia politica “fagioli per gli obbedienti; proiettili per tutti gli altri”. Anch’egli aveva studiato alla SOA.

Nel nome dei suoi cittadini e con i soldi degli stessi, gli Stati Uniti, il più democratico dei paesi, da decenni addestra dunque i soggetti più antidemocratici della terra.
Amministrazioni che hanno deprecato il terrorismo all’estero, hanno incoraggiato i terroristi a casa loro – alla SOA.
Gli americani, che condannano il terrorismo, dovrebbero condannare l’addestramento che l’America offre quotidianamente ai terroristi del terzo mondo.

Tratto da: http://bolivia.indymedia.org/es/2003/11/4435.shtml

Traduzione di comedonchisciotte.net

Sito americano contro la SOA: http://www.soaw.org (il promotore nella foto in alto).

Annunci